giovedì 26 luglio 2007

La privacy per i fantastici quattro della ricerca online

La ricerca consumer oggi mantiene i dati troppo a lungo rispetto alle normative sulla privacy e così i maggiori motori di ricerca stanno aggiornando la loro politica sulla privacy, cercando di sembrare società più attente ai diritti degli utenti.

Il passo più lungo lo ha compiuto Ask.com, che ha annunciato il rilascio di un nuovo tool chiamato AskEraser che renderà completamente anonima la navigazione tramite il proprio sito. Agli utenti verrà affidato il controllo dei propri dati, consentendo di cancellare qualsiasi traccia del loro passaggio comprese quelle anonime, altrimenti i dati saranno conservati al massimo per 18 mesi. Yahoo! ha risposto dichiarando che intende rendere tutti i dati anonimi dopo 13 mesi dalle ricerche. Microsoft opta per cancellare i dati archiviati dopo 18 mesi ma ha anche depositato e brevettato un software, che potrebbe essere integrato in un sistema operativo, in grado di raccogliere e comunicare dati a fini pubblicitari direttamente dalla macchina ospitante. Infine Google ha deciso che i log delle sessioni online degli utenti verranno resi anonimi dopo 18 mesi, mentre i cookie avranno una durata di due anni. Per i cookie si tratta di una scadenza fittizia, poichè si dissolvono dopo due anni di mancato accesso alla pagina che li distribuisce, ma l'accesso ne rinnova la scadenza facendo ripartire il countdown biennale.

Le scelte dei fantastici quattro della ricerca online dovranno rispondere alle preoccupazioni dell'opinione pubblica e delle authority di settore, preoccupazioni che sono aumentate in modo esponenziale negli ultimi anni, parallelamente alla crescente diffusione di Internet e agli intrecci commerciali con il mondo della pubblicità che hanno reso il settore uno dei più ricchi della web economy.

2 commenti:

# - 29/07/07, 17:23

chit ha detto...

Sarà che ho viaggiato tutta la notte e sono un po' cotto ma...
ci sarà ad fidarsi? ...

;-)

# - 30/07/07, 16:16

Giuseppe T. ha detto...

@Chit, beh, loro sono i "fantastici quattro della ricerca online"! ;-))
Di questa vicenda trovo curioso che siano questi quattro motori di ricerca a proporre ciò che è giusto. Da quello che so c'è solo il vincolo dei 18 mesi, per il resto sono tutte proposte fatte da loro.

Ciao e buona giornata :-)


Ti è piaciuto questo post? Allora cosa aspetti, iscriviti al feed RSS
Scopri cosa sono i feed RSS e migliora il tuo modo di navigare.

Posta un commento