martedì 26 febbraio 2008

Google Health, la salute viaggia in rete

In collaborazione con la Cleveland Clinic il colosso di Mountain View si prepara a testare Google Health, un servizio per la gestione online dei dati sanitari. La clinica statunitense aveva già avviato un proprio programma per rendere disponibili online le cartelle sanitarie dei pazienti e ben 120 mila persone avevano aderito al programma. Ora, grazie alla nuova collaborazione, questi pazienti potranno trasferire tutte le proprie informazioni in un account Google. I dati immagazzinati riguarderanno l’intera storia clinica delle persone e saranno indipendenti da una struttura ospedaliera per essere sempre a disposizione per ogni necessità: la cartella segue il paziente da una clinica all'altra, attraverso le città e gli stati. Il numero di persone che avrebbero aderito non è ancora stato reso noto, anche se le cifre dovrebbero oscillare da un minimo di 1.500 ad un massimo di 10.000 partecipanti.
Google Health potrà essere utile per gli ospedali, le cliniche e i pazienti, però in molti continuano a sostenere che tale sistema comporta un pericolo in termini di privacy. Ma mentre Google assicura la riservatezza e la non condivisione dei dati medici con terze parti, Microsoft promette di avviare una battaglia per fornire lo stesso servizio con HealthVault.

[via GoogleBlog]

5 commenti:

# - 26/02/08, 15:30

chit ha detto...

Sarò all'antica ma avendo lavorato nella Sanità e ricordandomi bene il tipo di problemi che c'erano in tema di 'banche dati' rimango dell'idea che ci debba essere UNA ed una sola banca dati mondiale e, aggiungo io, possibilmente non in mano a privati.


p.s. speriamo che non leggano questo commento altrimenti perdo il pagerank! :-D

# - 26/02/08, 18:10

maggietheflower ha detto...

sono d'accordo... pur essendo per il progresso trovo che queste debbano rimanere di una banca dati unica.. e non in mano ai privati.. :)

E tu Giuseppe che ne pensi? Un sorriso, buona serata!

# - 27/02/08, 20:44

Giuseppe ha detto...

@Chit, io oltre al pagerank rischio la mia esistenza su Internet: sono Google-dipendente ;-D

@Maggietheflower, cosa ne penso? Io potrei essere anche favorevole, ma noto che le leggi risultano abbastanza inefficaci contro questi colossi, o meglio loro sono troppo partecipi alla stesura delle leggi che poi dovrebbero disciplinare le loro attività. Ad esempio, in questo caso mi sembra che c'è solo la preoccupazione degli utenti e le rassicurazioni di Google...

# - 28/02/08, 14:17

chit ha detto...

@giuseppe: chitblog si assume piena responsabilità di quanto scritto! ;-)

# - 29/02/08, 12:41

Giuseppe ha detto...

@Chit, :-D ...mmm, controlla se il tuo blog risulta ancora raggiungibile da Google ;-D


Ti è piaciuto questo post? Allora cosa aspetti, iscriviti al feed RSS
Scopri cosa sono i feed RSS e migliora il tuo modo di navigare.

Posta un commento